Igiene orale, come pulire gli impianti e le protesi dentali. Spazzolino e Scavolino dentale, filo interdentale, idropulsoreà 

Mantieni il tuo sorriso sempre bello e sano con una igiene orale periodica nel nostro centro dentistico UFO Dental Clinic

Igiene orale, come pulire gli impianti e le protesi dentali 

Una corretta e costante igiene orale è la migliore protezione e prevenzione contro i principali problemi e complicazioni dentali in futuro., la cura della bocca e dei denti è molto importante non solo per  la salute dentale e gengivale, ma anche perché avere un bel sorriso migliora la qualità della vita e la fiducia in noi stessi.

L'estetica dentale comprende una seri di tecniche e tipologie di interventi, faccette, intarsio, sbiancamento dentale, corone in ceramica integrale. che permettono al paziente di avere un sorriso bello e sano

L'igiene orale anche se fatto con attenzione e in modo corretta e meticoloso non è sempre sufficiente a garantire la completa rimozione di tartaro e placca batterica dalla superficie dei denti per eliminarli in modo efficace è consigliabile di effettuare una visita periodica di controllo, con cadenza da decidere assieme ad un professionista, al meno due volte al anno per eseguire la pulizia professionale. I dentisti e gli igienisti del UFO Dental eseguono la procedura in modo avanzato, restituendoti un sorriso pulito e libero da fastidiose e dannose incrostazioni di placca e tartaro,

Per la prevenzione e la risoluzione della malattia parodontale è molto importante Il miglioramento delle tecniche di igiene domiciliare effettuate dal paziente. Per questo. Ufo dental clinic offre una prima visita di diagnosi e preventivo gratuito e senza impegno.

Mantieni il tuo sorriso sempre bello e sano con una igiene orale periodica

Vediamo di seguito quali sono le principali sostanze che contribuiscono notevolmente all'ingiallimento dei nostri denti;

tabacco, farmaci, caffeina, vino rosso, cioccolato, soia, mirtilli, liquirizia.

Il ruolo dell’igienista dentale è anche quello di fornire le giuste istruzioni al paziente per effettuare l’igiene orale domiciliare per avere denti puliti e una bocca sana:

Lavare i denti dopo ogni pasto per circa 3 minuti, è importante spazzolare i denti in modo giusto con dei piccoli movimenti, dal basso verso l’alto nell'arcata inferiore e dall'alto verso il basso nell'arcata superiore, prima esternamente e poi internamente, evitare movimenti orizzontali in quanto non provvedono alla rimozione, ma danneggiano in maniera irreversibile la gengiva con recessioni gengivali e in casi di spazzolamento aggressivo anche abrasioni dello smalto

professional dental hygiene

Come si esegue l’igiene dentale?

Il trattamento di pulizia professionale dei denti viene eseguito con uno strumento specifico, ablatore dotato di una punta metallica resa vibrante grazie all’emissione di ultrasuoni.

Il passaggio dell’ablatore permette di rimuovere il tartaro dalle pareti dentali, anche da quelle normalmente non raggiungibili durante la quotidiana igiene orale casalinga.

Il trattamento viene completato con il passaggio di uno spazzolino rotante, che distribuisce sui denti una specifica pasta a base di fluoro: il tutto per lucidare eventuali asperità dello strato di smalto.

A cosa serve l’igiene dentale?

L’igiene dentale completa in maniera fondamentale la quotidiana igiene orale domiciliare. Prendersi cura quotidianamente della propria bocca, infatti, è necessario, ma non basta.

L’igiene dentale effettuata da un igienista ogni 6-12 mesi (a seconda di ogni singolo paziente) consente di arrivare alle zone meno raggiungibili con gli strumenti casalinghi (spazzolino, dentifricio, filo interdentale e scovolino) e rimuovere a fondo placca, tartaro e batteri.

La regolarità dei trattamenti di igiene dentale previene il formarsi della carie e di tutte le sue conseguenze: dalle semplici infiammazioni alle gengive fino ai casi più gravi di piorrea, passando per le parodontiti.

Come pulire gli impianti dentali per non rischiare di perderli

Le protesi su impianti, infatti, hanno bisogno di ancora più cura rispetto ai denti naturali. Questo perché i batteri possono depositarsi con facilità tra i tessuti che circondano gli impianti e causare patologie anche serie.

Eseguire sempre un’igiene orale domiciliare eccellente per mantenere una igiene orale perfetta ed evitare così di perdere i tuoi impianti prima del tempo. Gli strumenti necessari per pulire gli impianti sono; spazzolino, filo interdentale, Super Floss, scovolino, idropulsore

Spazzolino

Albania Dent consiglia ai suoi pazienti sempre di preferire lo spazzolino elettrico a quello manuale.

Ricorda di spazzolare la tua protesi su impianti con lo spazzolino elettrico tutti i giorni, 3 volte al giorno.

Comincia pulendo la superficie esterna dei tuoi denti così da assicurare alla tua dentatura un aspetto curato, poi concentrati sulla zona più importante per il mantenimento della protesi, ovvero il punto di confine tra quest’ultima e la gengiva. Questa infatti è la zona dove i batteri sono più aggressivi, perché tentano di penetrare nei tessuti attorno all’impianto e danneggiare l’osso sottostante.

Filo interdentale Super Floss usato su una protesi dentaria fissa

Pulizia dei denti con Spazzolino
Filo interdentale Super Floss
Scovolino inderdentale
Scovolino interdentale usato in una protesi dentaria fissa

Il Super Floss è un filo specifico per la pulizia degli spazi tra denti che sono uniti tra loro. Se per esempio hai un ponte, il filo interdentale normale non va bene, perché non puoi passarlo tra dente e dente. Al contrario, il Super Floss, può essere usato come un ago e fatto passare senza problemi sotto al ponte tra i denti.

La sua parte spugnosa serve ad abbracciare l’impianto e pulire tutti gli spazi presenti. Quando lo usi – almeno 1 volta al giorno – fai sempre attenzione a non irritare la gengiva, per non provocare infiammazioni che possano dar vita a gengiviti.

Scovolino

Scovolino interdentale usato in una protesi dentaria fissa

Lo scovolino è indicato per la pulizia delle protesi su impianti che hanno spazi interdentali abbastanza ampi da far passare questo strumento senza traumatizzare la gengiva. Quindi il modello più adatto a te è quello che entra nello spazio tra i denti senza provocare dolore o sanguinamento da trauma.

Il movimento da compiere è da dentro a fuori: sia dall’esterno verso l’interno dei denti, sia dall’interno verso l’esterno. Come per lo spazzolino, dovresti cambiare lo scovolino appena mostra i primi segni di usura, ovvero quando l’anima all’interno dello strumento perde rigidità.

Idropulsore

Idropulsore usato su una protesi dentaria fissa

L’idropulsore è un dispositivo che sfrutta un getto d’acqua per rimuovere i detriti di cibo e la placca che gli altri strumenti non sono riusciti a eliminare. Ecco come usarlo bene:

indirizza il getto con un angolo di 45 gradi rispetto al dente;

non esercitare una pressione eccessiva;

indirizza il getto dal basso verso l’alto, per evitare traumi gengivali.

Infine, non aggiungere collutorio all’acqua, perché questa ne inibisce l’azione: è meglio prima pulire con l’idropulsore con acqua fredda o tiepida e poi sciacquare la bocca con il collutorio.

Idropulsore dentale

 

Per ridare colore e brillantezza ai nostri denti esistono fondamentalmente dei rimedi. Ci sono poi i cosiddetti rimedi della nonna, in grado di smacchiare in superficie i nostri denti. Bisogna fare però attenzione a non utilizzare metodi troppo aggressivi che potrebbero danneggiarli. Tra i rimedi casalinghi più efficaci ricordiamo:

 - La salvia. Sbianca, disinfetta e non ha controindicazioni. Prendere una foglia di salvia fresca e passarla, con l’indice, delicatamente sui denti con piccoli movimenti circolatori. Da fare non più di due volte a settimana.

 - La fragola. Riduce le macchie e rendi i denti più lisci. Tagliare a metà una fragola e passarla sui denti per qualche minuto. Sciacquare poi la bocca abbondantemente per eliminarne i residui. Da fare non più di due volte a settimana

 - Bicarbonato di sodio. E’ un ottimo sbiancante ma se usato impropriamente può erodere lo smalto dei denti perché altamente abrasivo. Diluirne un cucchiaio in un bicchiere d’acqua e sciacquare i denti. Da fare non più di due volte al mese.

 - Aceto di mele. Ha un’azione antibatterica e rende i denti più bianchi. Diluirne un cucchiaio in mezzo bicchiere di acqua e fare degli sciacqui.

Quali sono i rimedi naturali per ridare colore e brillantezza ai nostri denti?

Schedule online. It's easy, fast and secure.